Better work for a decent reconstruction - Haiti

 

SETTORE D’INTERVENTO: Sviluppo Socioeconomico, Dialogo Sociale


AREA GEOGRAFICA: America Latina, Haiti


BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO: Il progetto va ad integrarsi ad altre azioni in corso ad Haiti, implementate in collaborazione con CTH (Confédération des Travailleurs Haïtiens), CASC (Confederación Autónoma Sindical Clasista) e CATH (Confédération Autonome des Travailleurs Haïtiens). Altri stakeholders coinvolti sono TUCA (Trade Union Confederation of the Americas) e ILO (International Labour Organization). Il concetto di decent work - lavoro dignitoso - rientra in 4 obiettivi strategici, principi fondamentali del lavoro e standard internazionali, quali le opportunità di impiego, la protezione sociale e la sicurezza, il dialogo sociale e il tripartismo. In riferimento alla strategia attuata dall'ILO, questo progetto rappresenta il primo step per impostare un meccanismo in grado di raccogliere e condividere lezioni di buone pratiche e politiche relative agli obiettivi strategici sopra esposti, andando a migliorare il "know-how" e "show-how". Nell'economia informale che caratterizza il Paese, il settore edile conta il maggior numero di vittime e incidenti sul lavoro a causa della mancanza di norme di sicurezza nei cantieri.

OBIETTIVI: ● Erogare un programma di formazione per addetti al settore e corsi di formazione per formatori. ● Organizzare una campagna di informazione per migliorare la sicurezza sui posti di lavoro durante la fase di ricostruzione post-emergenza. ● Promuovere la contrattazione collettiva per i lavoratori del settore e i loro sindacati.Ricostruire/riabilitare un centro di formazione sindacale andato parzialmente distrutto dal sisma. ● Agevolare il ritorno dei lavoratori haitiani del settore edile che vivono nella Repubblica Dominicana privi di documentazione.

ATTIVITÀ:

  • Formazione tecnica e metodologica di formatori per lavoratori edili.
  • Formazione professionale per lavoratori edili.
  • Lancio di una campagna informativa sulla sicurezza.
  • Sviluppo delle competenze dei lavoratori, degli imprenditori e dei funzionari pubblici riguardo ai regolamenti di sicurezza per la prevenzione degli incidenti sul lavoro.
  • Mappatura del settore informale a Port-au-Prince, Artibonnite, Leogane, Malpasse, Ouanaminthe, Anse e Pitre.
  • Mappatura del sistema informale e comunitario per la protezione contro gli infortuni, le malattie, nel caso di gravidanza o in altre situazioni problematiche.
  • Pianificazione di uno schema per trasformare il sistema di protezione sociale informale in sistema formale, che sia pubblico o privato.
  • Acquisto di materiali per la formazione (proiettore, computer) e ristrutturazione delle aule destinate ad ospitare il corso.

RISULTATI:

  • 28 formatori per lavoratori edili formati durante corsi certificati.
  • 150 lavoratori edili (muratori) formati durante corsi certificati.
  • 75 lavoratori edili (elettricisti) formati durante corsi certificati.
  • 75 lavoratori edili (idraulici) formati durante corsi certificati.
  • 50 organizzazioni di lavoratori edili formate e sensibilizzate sull’importanza della sicurezza sul lavoro e sulla prevenzione degli incidenti.
  • 500 imprenditori e funzionari formati durante workshop sulla sicurezza sul lavoro.
  • Una campagna di sensibilizzazione su salute e sicurezza sul lavoro, codice del lavoro ad Haiti, regolamenti di sicurezza nei cantieri, attraverso acquisto e distribuzione di materiali quali documenti, brochure, opuscoli, un nuovo sito web a mass media (televisione, radio, giornali), organizzata.
  • Ricostruzione/ristrutturazione di un centro professionale del sindacato, completata.
  • Equipaggiamento di un centro professionale sindacale, fornito.

PARTNERSHIP: Capofila: Iscos (Cisl). Partner: Progetto Sud, Progetto Sviluppo (Cgil), Auser, Arcs - Arci.

PERIODO/DURATA: 15/02/2011 – 14/05/2011.

DONOR: SOLIDAR

 

Primo piano

Eritrea – Newsletter n. 2 “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace”
02 Luglio 2020

Eritrea – Newsletter n. 2 “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace”

Progetto Sud è lieta di condividere la seconda Newsletter del progetto “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace” in Eritrea, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) – Sede di Khartoum, con capofila Nexus - Solidarietà Internazionale Emili...

Eritrea – Newsletter n. 1 “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace”
02 Luglio 2020

Eritrea – Newsletter n. 1 “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace”

Progetto Sud è lieta di condividere la prima Newsletter del progetto “Dialogare, formare, contrattare: il lavoro come strumento di pace” in Eritrea, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) – Sede di Khartoum, con capofila Nexus - Solidarietà Internazionale Emilia...