Sviluppo partecipativo dell’artigianato aborigeno nella provincia di Formosa

Il progetto si prefissa di integrare le iniziative realizzate dall’ ICA, dall’UE e da altre organizzazioni che si sono concentrate soprattutto su agricoltura e infrastrutture per la popolazione più povera e che hanno avuto come gruppo obiettivo principale la popolazione maschile.

Il progetto quindi vuole assistere la produzione artigianale femminile, uno dei settori produttivi che può dare maggiori risultati nel breve periodo poiché esistono accertate potenzialità commerciali anche sul mercato estero. Il progetto si propone quindi di promuovere lo sviluppo sostenibile delle produzioni artigianali femminili nella provincia, in grado di beneficiare una percentuale significativa della popolazione aborigena (10%) e indirettamente di tutta la popolazione aborigena e dei commercianti del settore artigianale della zona.

Obiettivo generale:
Contribuire alla creazione di un reddito adeguato per gruppi vulnerabili con potenzialità di lavoro tali da poter sopperire ai propri bisogni, attraverso lo sviluppo di attività produttive sostenibili e organizzate su basi cooperativistiche. Contribuire inoltre alla valorizzazione socio-economica e culturale delle comunità indigene residenti nella zona.

Obiettivo specifico:
Sviluppare l’artigianato femminile nella provincia di Formosa, aumentando la redditività del lavoro di 720 famiglie artigiane (10% della popolazione aborigena), attraverso l’organizzazione e il miglioramento dei processi produttivi, l’introduzione di un sistema di commercializzazione migliorato, la diffusione di una maggiore conoscenza delle produzioni artigianali aborigene della regione di Formosa.

Attività previste:
•    Costruzione ed allestimento di n.7 nuovi centri di coordinamento dei laboratori (oltre ai 2 preesistenti)
•    Avvio della produzione di Chaguar in 30 ettari e costruzione di un vivaio e di un campo sperimentale per la moltiplicazione del Chaguar, gestiti dai laboratori.
•    Creazione di fondi rotativi di laboratorio
•    Costituzione di associazioni di supporto alla commercializzazione
•    Realizzazione di analisi della domanda e dell’offerta, di indagini di mercato, creazione di un marchio commerciale, stipula di accordi con commercianti e reti di vendita, partecipazione a fiere specializzate.
•    Definizione di standard di qualità e introduzione di sistemi di controllo all’interno di laboratori ed associazioni.
•    Realizzazione di materiale che pubblicizzi la produzione e dia visibilità al progetto.
•    Attività di formazione amministrativa, tecnica e commerciale per favorire l’autosostenibilità del progetto a tutti i livelli della produzione.

Risultati attesi:
•    N.9 laboratori artigianali funzionanti ed associati che raccolgono il lavoro di 720 artigiane
•    Produzione e vendita raddoppiata all’interno dei laboratori, con un profitto lordo unitario maggiorato di almeno il 25%.
•    Miglioramento della qualità della produzione è messa in opera di un sistema di controllo qualità
•    Pubblicizzazione della produzione artigianale locale attraverso materiale documentale ed illustrativo per formazione, divulgazione e promozione.
•    Trasferimento ai beneficiari delle conoscenze tecniche, organizzative e commerciali per permettere l’autosostenibilità del sistema.

Paese:  Argentina
Ubicazione:  Provincia di Formosa
Ente CoFinanziatore:  Ministero Affari Esteri
Partner Locali:  Fundaciòn Gran Chaco
Durata progetto:  3 anni

 

Primo piano

MESA Examples of transformation
22 Giugno 2018

MESA Examples of transformation

Il nostro case study contribuisce alla prima serie di casi studio che evidenziano il contributo dei membri di #SOLIDAR per promuovere lo sviluppo sostenibile e la giustizia sociale in Europa e al di fuori di essa, come promosso dall’Agenda 2030.

CO[OPERA] - Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo
26 Gennaio 2018

CO[OPERA] - Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo

Si apre oggi la due giorni della Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo, COOPERA, organizzata dal ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale e dall'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) con la partecipazione del ministro degli Ester...